versione PDF

ENGLISH VERSION

VALTUR_brand_p

 

TRIBUNALE DI MILANO

Sezione Fallimentare – 2ª civile

* * *

Concordato Preventivo Valtur S.p.A. (n. 18/2018 c.p.)

Presidente Relatore: dott.ssa Caterina Macchi

Commissario Giudiziale: avv. Giuseppe Nicola Bordino

* * *

Avviso di apertura di procedimento competitivo

per l’acquisto del marchio “VALTUR

 

Valtur S.p.A. (di seguito, “Valtur” ovvero la “Società”), nell’ambito della procedura di concordato preventivo di cui all’art. 161, sesto comma, R.d. 16 marzo 1942, n. 267 (“L.F.”) della Società (n. 18/2018 c.p.),

 

premesso che

 

(a)         Valtur è nota società, con sede in Milano, via Conservatorio, n. 15, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese 01878330982 e P. IVA. 03213280286, attiva nel settore turistico-ricettivo;

 

(b)        in data 7 marzo 2018, Valtur ha depositato avanti il Tribunale di Milano ricorso per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo di cui all’art. 161, comma 6, L.F., iscritto presso il Registro delle Imprese di Milano in data 12 marzo 2018;

 

(c)         con decreto del 3 maggio 2018, il Tribunale di Milano ha concesso termine a Valtur fino al 13 luglio 2018 per la presentazione di una proposta definitiva di concordato preventivo (con il piano e la documentazione completa di cui ai commi secondo e terzo dell’art. 161 L.F.) o di una domanda di omologazione di accordi di ristrutturazione dei debiti ex art. 182-bis L.F.;

 

(d)        il Tribunale di Milano ha autorizzato in data 14 giugno 2018 la Società alla pubblicazione del presente avviso e all’apertura del procedimento competitivo per la vendita dei marchi denominativi e figurativi (tra i quali quelli caratterizzati dalla denominazione “Valtur”, da sola e/o in combinazione con altri elementi), registrati in ambito nazionale, europeo ed internazionale, in relazione a (fra altri) servizi di ristorazione e alloggi temporanei, nonché dei nomi a dominio, di titolarità di e/o riconducibili a Valtur (di seguito tutti congiuntamente definiti il “Marchio”);

 

invita

 

alla presentazione di offerte di acquisto per il Marchio, disponendo l’apertura di un procedimento competitivo ai termini e condizioni di seguito indicati.

 

1. Termini e condizioni per la presentazione delle offerte

 

1.1.       Le offerte, per poter essere considerate valide e ammissibili, dovranno essere ferme, incondizionate ed irrevocabili e dovranno essere presentate per un importo pari o superiore ad Euro 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila/00) (il “Valore Base”), maggiorato dell’IVA ai sensi di legge.

 

1.2.       Le offerte prive della dicitura “offerta irrevocabile”, nonché le offerte condizionate e/o di importo inferiore al Valore Base e/o non conformi a quanto previsto nel presente avviso saranno considerate nulle e come non pervenute.

 

1.3.       Ai fini della presentazione delle offerte, i soggetti interessati potranno consultare la documentazione relativa al Marchio messa a disposizione dalla Società presso la virtual data room dedicata facendone apposita richiesta all’indirizzo di posta elettronica valtur@legalmail.it. L’accesso alla virtual data room sarà consentito al soggetto interessato previa sottoscrizione dei necessari impegni di riservatezza in merito alle informazioni e alla documentazione contenuta nella virtual data room stessa.

 

1.4.       Le offerte, redatte in carta libera e sottoscritte in originale, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 18.00 del giorno 2 luglio 2018, in plico sigillato recante al suo esterno la dicitura “Offerte di acquisto marchio Valtur” e l’identificazione del mittente presso lo Studio del Commissario Giudiziale, avv. Giuseppe Nicola Bordino, in Milano, Via Podgora 11. Ai fini della verifica del rispetto del predetto termine, inderogabile ed improrogabile, farà fede esclusivamente la data e l’ora di ricevimento della busta apposte dal Commissario Giudiziale.

 

1.5.       La miglior offerta ricevuta conformemente alle indicazioni di cui al presente avviso e che risulterà aggiudicataria del procedimento competitivo sarà inclusa nel piano di concordato di cui all’art. 161, secondo comma, lett. e), L.F., in corso di predisposizione a cura della Società, per il cui deposito il Tribunale di Milano ha concesso termine sino al 13 luglio 2018.

 

1.6.       Il trasferimento della titolarità del Marchio in favore dell’aggiudicatario avverrà durante la procedura di concordato preventivo, all’esito del procedimento competitivo di cui al presente avviso, entro e non oltre il termine di 20 (venti) giorni dalla data di aggiudicazione, in forza di autorizzazione del Tribunale ex art. 161, comma 7, L.F..

 

2. Contenuto delle offerte

 

2.1.       Le offerte, che potranno essere presentate da soggetti privati e da imprenditori, italiani o stranieri, purché, nei 12 (dodici) mesi precedenti alla data di pubblicazione del presente avviso, ovvero alla data attuale, non si siano trovati o non si trovino in stato di liquidazione e/o in una delle situazioni di cui agli articoli 2446 e 2447 del Codice Civile e/o in situazioni equivalenti in conformità alla legislazione dello Stato di appartenenza o siano stati sottoposti o siano sottoposti a procedure concorsuali o a qualunque altra procedura che denoti lo stato di crisi, lo stato di insolvenza, la cessazione dell’attività o l’assoggettamento a gestione coattiva, e che non potranno essere presentate “per persona da nominare”, dovranno contenere a pena di esclusione:

 

(a)                    le informazioni essenziali necessarie alla compiuta identificazione del soggetto offerente (se persona giuridica: la denominazione, la sede legale, il codice fiscale e la partita IVA, o altro identificativo in base alla legge dello Stato di appartenenza; se persona fisica: il nome, il cognome, il codice fiscale e la partita IVA, o altro identificativo in base alla legge dello Stato di cittadinanza);

 

(b)                    l’impegno irrevocabile ad acquistare il Marchio ad un prezzo pari o superiore al Valore Base maggiorato dell’IVA ai sensi di legge;

 

(c)                    l’indicazione dei recapiti presso i quali il soggetto offerente intende ricevere ogni comunicazione relativa alla procedura, ivi incluso un indirizzo di posta elettronica certificata.

 

2.2.       Le offerte dovranno essere accompagnate da:

 

(a)                    un assegno circolare non trasferibile intestato a “Valtur S.p.A. in c.p.” di un importo pari al 10% del prezzo offerto per l’acquisto del Marchio (comprensivo di IVA), a titolo di deposito cauzionale infruttifero che verrà restituito dal Commissario Giudiziale ai partecipanti al procedimento competitivo che non risulteranno aggiudicatari successivamente alla (e, comunque, non oltre 30 giorni dalla) data di aggiudicazione;

 

(b)                    copia del presente avviso siglato su ogni pagina e sottoscritto in calce da parte dal soggetto offerente (se impresa in forma societaria, dal suo legale rappresentante o da persona munita dei poteri necessari a validamente impegnare il soggetto offerente), in segno di accettazione integrale ed incondizionata di tutti i termini e condizioni ivi indicati;

 

(c)                    nel caso di impresa in forma societaria, documentazione attestante i poteri di firma della persona che sottoscrive l’offerta, copia di una visura camerale storica (o altro documento equivalente) aggiornata a non più di 7 (sette) giorni antecedenti la data dell’offerta, copia dello statuto sociale vigente e copia degli ultimi tre bilanci civilistici e consolidati (questi ultimi ove esistenti) approvati;

 

(d)                    nel caso di persona fisica, copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e delle ultime tre dichiarazioni annuali presentate.

 

2.3.       Le offerte e tutti i documenti ad esse acclusi dovranno essere redatte in lingua italiana ovvero accompagnati da una traduzione giurata degli stessi.

 

3. Svolgimento del procedimento competitivo

 

3.1.           Alle ore 10.00 del giorno 3 luglio 2018, presso lo Studio del Commissario Giudiziale in Milano, Via Podgora 11, e davanti allo stesso, verranno aperte le buste depositate da ciascun partecipante prima dell’inizio dell’eventuale gara, che avrà luogo, sempre presso lo Studio del Commissario Giudiziale, immediatamente dopo che saranno terminate le attività di apertura delle buste.

 

3.2.           Il Commissario Giudiziale condurrà una valutazione comparativa in ordine alle offerte ricevute e che risulteranno conformi a quanto previsto dal presente avviso. Si precisa che le offerte ricevute verranno valutate sulla base dell’unico parametro di comparabilità costituito dal maggior prezzo.

 

3.3.           Qualora venga presentata un’unica offerta ritenuta valida, per un importo pari o superiore al Valore Base incrementato di Euro 500.000,00 (il “Valore Rialzato”), ossia pari o superiore ad Euro 2.000.000,00 (duemilioni/00), si procederà all’immediata individuazione in via definitiva dell’aggiudicatario del procedimento competitivo.

 

3.4.           Qualora venga presentata un’unica offerta ritenuta valida, per un importo inferiore al Valore Rialzato, il Commissario Giudiziale si riserva di valutarla e di procedere all’immediata individuazione dell’aggiudicatario del procedimento competitivo ovvero all’apertura di un altro procedimento competitivo finalizzato alla individuazione di ulteriori interessati all’acquisto del Marchio.

 

3.5.           Qualora vengano presentate più offerte ritenute valide, di cui la più alta inferiore al Valore Rialzato, si procederà ad una gara fra tutti gli offerenti a partire dall’offerta più alta fra quelle ricevute, con un rilancio minimo non inferiore ad Euro 100.000,00 (centomila/00), da effettuarsi nel termine di sessanta secondi dal rilancio precedente.

 

3.6.           Qualora vengano presentate più offerte ritenute valide, di cui la più alta pari o superiore al Valore Rialzato:

 

(a)              se, tra l’offerta più alta e la seconda offerta più alta ricevuta, vi sarà una differenza di almeno Euro 500.000,00, si procederà all’immediata individuazione dell’aggiudicatario del procedimento competitivo al soggetto che ha presentato l’offerta più alta. In caso di mancata presenza alla gara del miglior offerente, il procedimento competitivo potrà essere aggiudicato ugualmente al medesimo anche se assente;

 

(b)              se, tra l’offerta più alta e la seconda offerta più alta ricevuta, vi sarà una differenza inferiore ad Euro 500.000,00, si procederà ad una gara fra tutti gli offerenti che abbiano presentato offerte inferiori di meno di Euro 500.000,00 rispetto alla più alta offerta ricevuta, a partire dal valore indicato in quest’ultima offerta, con un rilancio minimo non inferiore ad Euro 100.000,00 (centomila/00), da effettuarsi nel termine di sessanta secondi dal rilancio precedente.

 

3.7.           Qualora vengano presentate più offerte ritenute valide di importo tra di esse pari, ma inferiore al Valore Rialzato, si procederà ad una gara fra i suddetti offerenti a partire dall’offerta più alta fra quelle ricevute, secondo quanto previsto dall’articolo 3.5 che precede. Nel caso di mancato rilancio, il Commissario Giudiziale si riserva di procedere all’immediata individuazione dell’aggiudicatario del procedimento competitivo nel soggetto che ha presentato l’offerta più alta depositata per prima ovvero all’apertura di un altro procedimento competitivo finalizzato alla individuazione di ulteriori interessati all’acquisto del Marchio.

 

3.8.           Qualora vengano presentate più offerte ritenute valide di importo tra di esse pari, e sempre che tale importo sia superiore al Valore Rialzato, si procederà ad una gara fra i suddetti offerenti e tutti gli altri eventuali offerenti che abbiano presentato offerte inferiori di meno di Euro 500.000,00 rispetto alle offerte più alte ricevute, a partire dal valore indicato in queste ultime, secondo quanto previsto dall’articolo 3.6(b) che precede. Nel caso di mancato rilancio, il Marchio sarà immediatamente aggiudicato all’offerta più alta depositata per prima.

 

3.9.           Il presente avviso prevede espressamente la non applicabilità degli artt. 571 e 572, terzo comma, c.p.c., nella parte in cui prevedono un’offerta al ribasso.

 

3.10.        Alla predetta gara sarà ammesso esclusivamente l’offerente – ovvero il legale rappresentante qualora si tratti di società o il soggetto dotato di apposita procura speciale (conferita con atto pubblico redatto da Notaio italiano o scrittura privata autenticata da Notaio Italiano, che procederà a verificare i poteri di rappresentanza) a rappresentare il partecipante – e comunque un solo soggetto per ciascun partecipante alla gara, salvo la necessità di farsi assistere da uno o più legali, ovvero da un interprete per un soggetto straniero.

 

3.11.        Il verbale d’asta non ha valore di contratto. Gli effetti contrattuali (inclusi quelli traslativi) si produrranno solo al momento del trasferimento della titolarità del Marchio, che avverrà mediante sottoscrizione del contratto notarile di compravendita e successiva trascrizione presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

 

4. Sottoscrizione dell’atto di trasferimento del Marchio e termini di pagamento

 

4.1.           Il deposito cauzionale costituito dall’aggiudicatario unitamente alla presentazione dell’offerta (il “Deposito Cauzionale”) sarà computato in conto prezzo all’atto del pagamento del corrispettivo del Marchio da parte del soggetto che risulterà aggiudicatario del procedimento competitivo.

 

4.2.           Il saldo di quanto dovuto dall’aggiudicatario al netto del Deposito Cauzionale (il “Saldo”) sarà versato in un’unica soluzione a mezzo assegni circolari intestati a “Valtur S.p.A. in c.p.” contestualmente alla sottoscrizione del contratto notarile di compravendita avente ad oggetto il trasferimento del Marchio, che dovrà avere luogo, entro e non oltre il termine di 20 (venti) giorni dalla data di aggiudicazione, presso il Notaio che sarà comunicato da Valtur. Tale termine è da intendersi fissato in favore della sola procedura concordataria. Contestualmente alla sottoscrizione dell’atto di trasferimento del Marchio, il Commissario Giudiziale consegnerà a Valtur il Deposito Cauzionale.

 

4.3.           Le spese, anche relative alle imposte di legge, del contratto notarile di compravendita, nonché ogni eventuale spesa, onere o costo accessori al perfezionamento del trasferimento della titolarità del Marchio in favore dell’aggiudicatario, sono interamente ed esclusivamente posti a carico dello stesso aggiudicatario e dovranno essere versate da quest’ultimo contestualmente alla sottoscrizione dell’atto di trasferimento del Marchio.

 

4.4.           In caso di mancato pagamento del Saldo dovuto dall’aggiudicatario e/o di mancata sottoscrizione dell’atto di trasferimento del Marchio, entro la data di cui al punto 4.2 che precede, per causa imputabile, in tutto o in parte, all’aggiudicatario, la vendita si intenderà automaticamente risolta, l’aggiudicazione revocata e il Deposito Cauzionale costituito dall’aggiudicatario dichiarato decaduto sarà versato dal Commissario Giudiziale in favore di Valtur, che lo tratterrà a titolo di penale, salvo il diritto al risarcimento del maggior danno. In tal caso, Valtur si riserva di:

 

(a)         aggiudicare la gara, seguendo il procedimento di cui al presente Articolo 4, alla offerta più alta tra quelle restanti ricevute, se presenti (e così successivamente in caso di ulteriori eventuali revoche dell’aggiudicazione), fermo restando l’obbligo del nuovo aggiudicatario di ricostituire il Deposito Cauzionale, entro 5 (cinque) giorni dal ricevimento della comunicazione di aggiudicazione; ovvero

 

(b)        disporre l’apertura di un nuovo procedimento competitivo, fermo restando che, in questo caso, l’aggiudicatario dichiarato decaduto non potrà partecipare agli eventuali successivi procedimenti competitivi aventi ad oggetto il Marchio.

 

4.5.           In caso di mancata sottoscrizione dell’atto di trasferimento del Marchio, entro la data di cui al punto 4.3 che precede, per causa non imputabile all’aggiudicatario, la vendita si intenderà automaticamente risolta e il Deposito Cauzionale costituito dall’aggiudicatario sarà restituito dal Commissario Giudiziale in favore dell’aggiudicatario.

 

5. Richieste di chiarimenti e/o informazioni

 

5.1.           Qualora desiderino ricevere chiarimenti e/o informazioni e/o documenti in relazione al presente avviso, i soggetti interessati potranno richiederli inviando apposita comunicazione in lingua italiana alla Società, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata, al seguente indirizzo: valtur@legalmail.it, indicando quale oggetto “Offerte di acquisto marchio Valtur”.

 

6. Ulteriori disposizioni

 

6.1.           L’aggiudicazione non determinerà per l’aggiudicatario alcun affidamento, né alcun diritto al risarcimento danni in caso di mancata stipulazione del contratto di compravendita per cause non dipendenti dalla procedura concordataria. Inoltre resta salva la possibilità per il Tribunale, di sospendere il procedimento competitivo o di non autorizzare la stipula del contratto di compravendita per i motivi di cui all’art. 108 L.F.

 

6.2.           Un estratto del presente avviso è pubblicato su internet e sui quotidiani “Il Sole 24 ore – edizione nazionale” e “Corriere della Sera – edizione nazionale”.

 

Milano, 15 giugno 2018